Migliori siti per vendere video online nel 2023

Migliori siti per vendere video online nel 2023

10 Migliori siti dove vendere i propri filmati

  • Motion Array
  • Envato Elements
  • Getty Images
  • ShutterStock
  • Adobe Stock
  • Pond5
  • Motion Elements
  • Videohive
  • Depositphotos
  • Pixta

Questa statistica è basata sulla mia esperienza personale degli ultimi 5 anni di lavoro sui microstock.

In questo grafico puoi vedere quanto ha venduto ogni stock durante l’ultimo anno

1. Motion Array

Questa piattaforma vende i tuoi filmati su abbonamento con download illimitati per i clienti.

Se riesci a passare l’esame (che non è facile da superare) inizierai a vendere dal tuo primo caricamento.

Il primo lato negativo è che gli upload sono limitati a poche decine di video al mese.

Il secondo lato negativo è che il materiale deve essere caricato manualmente, quindi non lavora ancora con i programmi di caricamento come StockSubmitter o Microstock Plus.

2. Envato Elements

Anche Envato vende i video footages con abbonamento illimitato.

Per vendere dovrai passare l’esame su Videohive e caricare i tuoi lavori lì, che in seguito saranno in automatico caricati su Envato Elements.

Diversi lavori vengono rifiutati, ma quelli che passano, vendono.

Piattaforma accetta i caricamento con StockSubmitter o Microstock Plus.

3. Getty Images (Istock)

Getty, nel mio caso, vende quasi come Envato Elements.

La differenza più grande è che accetta la maggior parte dei caricamenti, perfino quelli fatti con smartphone.

La percentuale dei file accettati rispetto ad Envato Elements è quasi il triplo.

Piattaforma accetta i caricamenti con Microstock Plus, anche se dovrà essere installata un’estensione per Google Chrome. Il secondo modo è quello di caricare con Qhero o direttamente dal sito.

4. ShutterStock

Ormai è da diverso tempo che shutterstock non mantiene più la prima posizione.

Il lato positivo è che è abbastanza stabile, quindi vende sempre, anche se non molto.

Il lato negativo è che rifiuta molto per rumore video (noise), quindi prima di inviare i file per la revisione, assicurati di avere il filmato perfettamente pulito.

Piattaforma accetta i caricamento con StockSubmitter o Microstock Plus.

5. Adobe Stock

In tutti gli anni che lavoro con i stock, Adobe è sempre andato a pari con Shutterstock, anche se nell’ultimo anno ha venduto leggermente di meno.

Il lato positivo di Adobe, è che accetta quasi tutti i video, anche quelli fatti con smartphone.

Piattaforma accetta i caricamento con StockSubmitter o Microstock Plus.

6. Pond5

Questo sito vende, ma non è stabile, quindi un mese potete avere diverse vendite e il prossimo poche o perfino nessuna.

Accetta come Adobe Stock la maggior parte dei video inviati per la revisione.

Piattaforma accetta i caricamento con StockSubmitter o Microstock Plus.

7. Motion Elements

Questo sito vende poco, però negli ultimi mesi ha venduto in modo stabile. Quindi per vendere devi avere un portfolio con molte clip.

Piattaforma accetta i caricamento con StockSubmitter o Microstock Plus.

8. Videohive

Dopo il lancio di Envato Elements, Videohive ha smesso di vendere molto, però ogni tanto qualche vendita capita. Se vuoi caricare su Elements, avrai per forza i tuoi video in vendita anche su Videohive, perché sono sincronizzati. Qualche vendita in più fa sempre piacere.

Piattaforma accetta i caricamento con StockSubmitter o Microstock Plus.

9. Depositphotos

In 3 anni, con un portfolio di 10 mila filmati, questo stock mi ha venduto 50 video. Sono pochi, però come vendite aggiuntive fanno sempre piacere.

Piattaforma accetta i caricamento con StockSubmitter o Microstock Plus.

10. Pixta

Pixta vendeva molto bene fino a qualche anno fa, a prezzi molto buoni, ma ultimamente ha smesso.

Durante l’anno ho avuto meno di 10 vendite.

Piattaforma accetta i caricamento con StockSubmitter o Microstock Plus.


Ma non è finita qui, aggiungo l’elenco dei stock premium, nei quali non sono riuscito ad entrare, ma i quali, di sicuro generano delle vendite più alte rispetto a tutti i siti indicati sopra.


Un altro modo per vendere i tuoi filmati, è venderli sul tuo sito web, come ho fatto io. Puoi dare un’occhiata sul mio stock Kmeel.com

In questo caso però devi essere pronto ad investire molto tempo e denaro nella tua piattaforma, visto che la concorrenza è bestiale. Io ad esempio propongo ai miei clienti la licenza estesa, senza limiti di utilizzo nel tempo e nella quantità.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest